Top menu

CookiesAccept

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione.

Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA AI SENSI DEGLI ARTT. 122 comma 1 e 154 comma 1

Utilizzo dei cookie da parte del sito/i presente/i all'interno del dominio: www.adozionebrutia.it

Che cosa sono i cookie

I cookie sono file di testo contenenti informazioni minime inviate al browser e archiviate sul computer, telefonino o altro dispositivo, ogni volta che si visita un sito web. A ogni collegamento i cookie rimandano le informazioni al sito di riferimento.
Ogni cookie è provvisto di una data di scadenza che, una volta raggiunta, determina la cancellazione automatica del cookie stesso dal dispositivo.
I cookie possono essere permanenti (cookie persistenti) in caso di scadenza elevata come ore, settimane o anni. Oppure temporanei (cookie di sessione) se vengono eliminati alla chiusura del browser.
I cookie possono anche essere cookie di prime parti se impostati dal sito visitato, oppure cookie di terze parti se inseriti da un sito diverso da quello visitato.

Che tipo di cookie vengono utilizzati da questo sito

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità del nostro sito web, consentire all'utente di spostarsi agevolmente tra le pagine, ricordare le sue preferenze e garantire un'esperienza di navigazione sempre ottimale oltre che un accesso sicuro alle aree riservate.
I cookie utilizzati nei nostri siti possono essere catalogati come segue:

  1. Cookie indispensabili
    Questi cookie sono fondamentali per consentire all'utente di spostarsi all'interno del sito e utilizzare i servizi richiesti, come ad esempio l'accesso alle aree protette.
    I cookie indispensabili sono cookie di prime parti e possono essere permanenti o temporanei. Utilizziamo questa tipologia di cookie per gestire la fase di registrazione e accesso da parte degli utenti. Senza questi cookie l'utente non potrebbe accedere ai servizi richiesti ed il nostro sito non funzionerebbe correttamente.
  2. Performance cookie
    I performance cookie raccolgono informazioni sull'utilizzo di un sito da parte degli utenti, come ad esempio quali sono le pagine visitate con maggiore frequenza.
    Questi cookie non memorizzano dati identificativi dei singoli visitatori, ma solo dati aggregati e in forma anonima.
    Questi cookie possono essere di tipo permanente o temporaneo. Per la raccolta di tali dati il sito utilizza cookie di terze parti forniti da Google Inc. Riferimenti più specifici sui cookie analitici di Google Inc. possono essere visionati cliccando qui .
  3. Cookie di funzionalità
    Questi cookie consentono al sito di ricordare le scelte dei visitatori (ad esempio il nome utente, la lingua o il Paese di accesso) e fornire funzionalità più personalizzate.
    I cookie di funzionalità possono servire anche per fornire servizi richiesti dall'utente, come l'accesso a un video oppure l'inserimento di un commento a un blog.
    Le informazioni utilizzate da questi cookie sono raccolte da appositi form compilabili, presenti all'interno del sito, i quali registrano le informazioni solo dopo consenso, da parte dell'utente, alle normative di privacy proposte. Con le informazioni contenute all'interno di questi cookie, non è possibile tracciare la navigazione degli utenti su altri siti web.
    Usiamo questi cookie per ricordare se un particolare servizio è già stato fornito all'utente e per migliorare l'esperienza generale all'interno del sito ricordando le preferenze dell'utente.
    Questi cookie possono essere permanenti o temporanei e principalmente di prime parti.
  4. Cookie di soggetti terzi
    Su alcune pagine del nostro sito ci possono essere contenuti di servizi come YouTube o Facebook. Non controlliamo i cookie utilizzati da questi servizi, per cui invitiamo l'utente ad accedere al sito di questi soggetti terzi per le informazioni del caso.

Come gestire e disattivare i cookie

Per limitare, bloccare o eliminare i cookie basta intervenire sulle impostazioni del proprio web browser.
La procedura varia leggermente rispetto al tipo di browser utilizzato. Per le istruzioni dettagliate, seguire la guida del proprio browser.

Attenzione: alcune sezioni del nostro sito web sono accessibili soltanto abilitando i cookie; disattivandoli è possibile che l'utente non abbia più accesso ad alcuni contenuti e non possa apprezzare appieno le funzionalità del nostro sito web.

Conclusioni

Per ulteriori informazioni sui cookie utilizzati da questo sito web è possibile contattarci direttamente all'indirizzo  adozione.brutia@gmail.com

Utilizzando il sito senza rifiutare e/o disattivare cookie e tecnologie simili online, gli utenti acconsentono al ricorso a tali tecnologie da parte nostra per la raccolta e l'elaborazione di informazioni sopra descritte.
Per una visione estesa della normativa espressa dal garante della privacy clicca qui .

accesso al link diretto La Nuova BQ intervista Carlo Giovanardi, già presidente della CAI.

 

Nel novembre 2011 cadde il governo Berlusconi e si insediò il governo Monti e da allora verso la CAI c’è stato un progressivo disinteresse, fino al disastro sotto la gestione di Silvia Della Monica, ex membro del PD alla Commissione Giustizia del Senato, che per due anni è stata contemporaneamente vicepresidente e - con una delega di Matteo Renzi - presidente della CAI. Era stata nominata verso la fine del governo Letta ed è rimasta in tutto in carica tre anni, tra il febbraio 2014 e il febbraio 2017. Ma al di là di questo disinteresse c’è in particolare un elemento che dovrebbe preoccupare il mondo cattolico e del volontariato.

Carlo Giovanardi, lei è stato presidente della Commissione per le Adozioni Internazionali dal 2008 al 2011, come ha accolto la notizia della previsione di un taglio di circa due milioni di euro in tre anni?
Il primo ragionamento che mi sento di fare, ahimè, vale per la CAI, il Dipartimento Antidroga e la famiglia, cioè le deleghe che avevo al tempo del governo Berlusconi (insieme a quella per il servizio civile). Devo rilevare che i governi successivi, da quello tecnico a quelli di centrosinistra, hanno via via abbandonato queste materie. Perché funzionava la CAI? Personalmente posso dire che andavo a fare degli incontri in Russia, Burkina Faso, Cambogia, eccetera, e ho incontrato moltissime volte enti per il volontariato e le adozioni internazionali. Le riunioni della CAI duravano ore e ore, ed è con questo impegno complessivo che siamo arrivati a oltre 4.000 adozioni all’anno.

 

 

: