I Paesi

 

L’ENTE Brutia è autorizzato ad operare nei seguenti Paesi stranieri: Bielorussia, Brasile, Bulgaria, Colombia, Haiti, Polonia, Romania, Ucraina.
Attualmente in Romania è possivile attivare procedure adottive solo per conto di coppie, nelle quali almeno un componente sia di nazionalità rumena.

Clicca nel box a destra per visualizzare le schede di tutti i Paesi in cui operiamo.

La Carta dei Servizi

1. I valori e gli impegni del C.E.A.
Coordinamento Enti Autorizzati

 

 

Info e Costi

Poiché la Brutia Onlus è un ente senza fini di lucro, non è in grado di accantonare le riserve finanziarie per anticipare le spese e gli oneri che ogni procedura comporta.

Di conseguenza, in caso di mancato versamento all’associazione degli importi concordati, la pratica non potrà proseguire nel suo iter, con conseguente dismissione del mandato conferito.

 

1. Anticipo spese generali di gestione dell’Ente:

€ 2.100,00
Coordinate bancarie: Associazione per l’Adozione Internazionale Brutia Onlus
Banca Carime – Ag. Centrale / Codice IBAN:  IT 65 I 03067 16203 000000012194
Causale: anticipo spese generali Ente.

Il presente versamento va effettuato al Conferimento dell’Incarico. Quest’ultimo verrà formalizzato al ricevimento di copia del bonifico.

 

2. Quota adesione al Corso  di orientamento all’Adozione Internazionale:

(il corso verrà tenuto entro 60 gg dal conferimento, salvo mancanza del numero minimo necessario di coppie )

€ 700,00
Coordinate bancarie: Associazione per l’Adozione Internazionale Brutia Onlus
Banca Carime – Ag. Centrale / Codice IBAN:  IT 65 I 03067 16203 000000012194
Causale: quota corso

Il presente versamento va effettuato almeno 7 giorni prima dell’incontro previsto e non verrà restituito nel caso di interruzione della procedura per qualsiasi motivo.

Entro 10 gg dal corso di orientamento all’Adozione Internazionale, la coppia deve comunicare il paese scelto e fissare l’incontro desk di area gratuito.
La quota comprende oltre la partecipazione al corso di orientamento, l’assistenza, l’accompagnamento e il sostegno psicologico fino alla partenza per il paese straniero e anche successivamente al rientro in Italia con il/i minore/i adottato/i.

 

3.  Saldo spese generali dell’Ente:

€ 2.400,00
Coordinate bancarie: Associazione per l’Adozione Internazionale Brutia Onlus
Banca Carime – Ag. Centrale / Codice IBAN:  IT 65 I 03067 16203 000000012194
Causale: saldo spese generali Ente

3a.  Anticipo costo estero:
        Per il relativo importo vedere ogni singolo paese.
        Coordinate bancarie: Associazione per l’Adozione Internazionale Brutia Onlus
        Banca Prossima / Codice IBAN:  IT 97 V 03359 016001 00000002745
        Causale: anticipo costo estero.

ATTENZIONE: i due pagamenti non sono cumulabili, poiché recanti differenti coordinate bancarie. Copia di entrambi i bonifici devono essere consegnate contestualmente alla “consegna documenti per il paese straniero”.

 

4. Post adozione, dall’ingresso del/i minore/i nel nucleo familiare, con la predisposizione delle relazioni psicologiche e di inserimento del/i minore/i da inviare nel paese di provenienza:   

  • Ucraina: € 1.000,00 per 1 relazione all’anno nei primi 3 anni. Dopo 3 anni dall’ultima relazione: 1 relazione ogni 3 anni fino al 18° anno d’età del minore.

     L’importo è da versarsi in unica soluzione prima della partenza nel paese straniero.

  • Bielorussia: € 1.000,00 n°5 relazioni. L’importo è da versarsi in 2 tranche (€500,00 prima della partenza nel paese straniero, ed € 500,00 ad un anno dall’ingresso del minore).
  • Bulgaria: € 800,00 n° 4 relazioni. L’importo è da versarsi in unica soluzione prima della partenza nel paese straniero.
  • Romania: € 1.600,00 n° 8 relazioni. L’importo è da versarsi in unica soluzione prima della partenza nel paese straniero.
  •  Polonia: € 1.400,00 per 1 relazione all’anno nei primi 3 anni. Dopo 3 anni dall’ultima relazione: 1 relazione ogni 3 anni fino al 18° anno d’età del minore.

Coordinate bancarie: Associazione per l’Adozione Internazionale Brutia Onlus
Banca Carime – Ag. Centrale / Codice IBAN:  IT 65 I 03067 16203 000000012194
Causale: post adozione completo.

4a.  ATTENZIONE: si precisa che qualora l’Autorità straniera riterrà di modificare il numero delle relazioni, la coppia sarà tenuta al rispetto delle nuove indicazioni ed al conseguente aumento del corso.

 

ESTERO:

5.  Spese da affrontare per l’ Ucraina:

€ 6.800,00* di cui

  • € 2.700,00 (per i servizi resi dall’ente all’estero quali: referente, rappresentante, interprete, accompagnatore, ecc.);
  • € 4.100,00 (spese obbligatorie procedurali non riconducibili ai servizi resi dall’ente quali traduzioni, tasse, mantenimento minore, stato civile, rilascio passaporti minori ecc. tali costi indicano il rilascio di documentazione senza urgenza);
  • € 2.500,00 circa ove richiesti (rilascio di qualsiasi documentazione con diritti di urgenza es. passaporto, fascicolazione e presentazione del dossier della coppia attraverso studi legali privati individuati dai Tribunali di alcune Regioni).

  * € 7.600,00 nel caso di adozione di due minori.

L’ anticipo costo estero è di € 2.000,00 e dovrà essere corrisposto all’ente Brutia mediante bonifico bancario contestualmente alla consegna dei documenti di cui al punto 3a).
Rimangono escluse dall’importo indicato, i viaggi internazionali ed interni, vitto e alloggio.

 

6. Spese da affrontare per la Bielorussia:

€ 4.500,00 di cui  

  • € 1.900,00 (per i servizi resi dall’ente all’estero quali: referente, rappresentante, interprete, accompagnatore, trasporti interni – mezzi di trasporto previsti bus o treno);
  • € 2.600,00 circa(spese obbligatorie procedurali non riconducibili ai servizi resi dall’ente quali traduzioni, tasse, mantenimento minore, stato civile, rilascio passaporti minori ecc. tali costi indicano il rilascio di documentazione senza urgenza).

L’ anticipo costo estero è di € 800,00 e dovrà essere corrisposto all’ente Brutia mediante bonifico bancario contestualmente alla consegna dei documenti di cui al punto 3a).

Rimangono escluse dall’importo indicato legalizzazioni consolari, visti, viaggi, vitto e alloggio.

 

7. Spese da affrontare per la Romania:

€ 3.000,00 comprensivi di traduzioni, legalizzazioni, stato civile, rilascio passaporti minori ecc. tali costi indicano il rilascio di documentazione senza urgenza).

L’ anticipo costo estero è di € 1.000,00 e dovrà essere corrisposto all’ente Brutia mediante bonifico bancario contestualmente alla consegna dei documenti di cui al punto 3a).

Rimangono escluse dall’importo indicato i  viaggi, vitto e alloggio.

 

8. Spese da affrontare per la Bulgaria:

€ 7.200,00 * di cui

  • € 3.786,00 (per i servizi resi dall’ente all’estero quali: referente, rappresentante, interprete,
  • accompagnatore ecc.);                                                          
  • € 3.414,00 (spese obbligatorie procedurali non riconducibili ai servizi resi dall’ente quali traduzioni,
  • tasse, mantenimento minore, stato civile, rilascio passaporti minori ecc. tali costi indicano il rilascio di
  • documentazione senza urgenza).

* nel caso di abbinamento di fratelli il costo è maggiorato di € 185,00 per ogni bambino in più.

L’importo di € 7.200,00 va corrisposto all’Ente Brutia secondo le seguenti modalità: 

  1. € 3.200,00 ‘anticipo costo estero’ da versare alla consegna dei documenti validi per l’estero;
  2. € 2.000,00 da versare prima del 1° viaggio;
  3. € 2.000,00 da versare prima del 2° viaggio.

Nel caso di rinnovo della documentazione finalizzato al completamento della procedura andrà   corrisposto l’ulteriore importo di € 465,00 per spese traduzioni.

Rimangono escluse dall’importo indicato i  viaggi, vitto e alloggio.     

 

9. Spese da affrontare per la Polonia:

€ 12.300,00 * di cui

  • € 7.300,00 (per i servizi resi dall’ente all’estero quali: spese segreteria referente € 1.000,00,rappresentante, interprete, accompagnatore, trasporti interni – mezzi di trasporto previsti bus o treno);
  • €  5.000,00 (spese obbligatorie procedurali non riconducibili ai servizi resi dall’ente quali  tasse, stato civile, rilascio passaporti minori ecc. tali costi indicano il rilascio di documentazione senza urgenza) .

*Nel caso di adozione di fratelli il costo è maggiorato soltanto in riferimento alle traduzioni e al mantenimento minore.

L’anticipo costo estero è di € 2.500,00 e dovrà essere corrisposto all’ente Brutia mediante bonifico bancario contestualmente alla consegna dei documenti di cui al punto 3a).

Nel costo indicato non sono comprese le seguenti voci:

traduzioni dei fascicoli dall’italiano al polacco, traduzioni dei fascicoli dal polacco all’italiano, mantenimento minore.

Rimangono escluse dall’importo indicato i viaggi, vitto e alloggio.

 

TUTTI I VERSAMENTI RELATIVI ALL’ESTERO DEVONO ESSERE EFFETTUATI PRIMA DELLA PARTENZA PER IL PAESE STRANIERO:
Coordinate bancarie: Associazione per l’Adozione Internazionale Brutia Onlus
Banca Prossima / Codice IBAN:  IT 97 V 03359 016001 00000002745
Causale: saldo procedura estero.

10. Gli importi indicati per l’anticipo costo estero non saranno restituiti anche nel caso in cui la procedura venga interrotta per volontà della coppia.

11. N.B. La copia del bonifico di cui al punto  2 deve pervenire all’associazione, attraverso comunicazione fax, almeno 7 giorni prima degli incontri previsti. Tale  importo così versato e la relativa documentazione consegnata non saranno in ogni caso restituiti.

12. La presente scheda costi, determinata in coerenza con le disposizioni della C.A.I., è soggetta a revisione periodica e, indipendentemente dalla data del conferimento di incarico, saranno applicate alla coppia i costi in vigore al momento dell’effettuazione di ogni singolo pagamento.
Si precisa, inoltre, che il costo della procedura all’estero dovrà essere nuovamente corrisposto dai coniugi qualora gli stessi, rientrati dall’estero senza aver portato a compimento l’iter adottivo, dovessero palesare disponibilità per una nuova procedura , oltre all’importo di € 500,00 all’Ente Brutia quale costo forfettario spese segreteria ed attività supplementare (nuovo desk di area, controllo documentazione, invio documentazione all’estero, attività di segreteria varie ecc..);

13. Nel caso in cui la coppia, per difficoltà procedurali dipendenti dal paese prescelto (es. cambio governo e/o eventuale atteggiamento politico contrario all’adozione), richiederà all’ente Brutia di poter attivare la procedura adottiva in un altro paese tra quelli in cui l’ente opera o in quei Paesi in cui sarà possibile attivare la procedura per il tramite dell’Intesa , dovrà corrispondere l’ulteriore somma di € 500,00 quali spese generali di segreteria e per l’ulteriore attività che il cambio paese richiede (nuovo desk area, controllo documentazione, invio fascicolo all’estero, ecc.)

Principio di Sussidiarietà

Il principio più importante sul quale si fonda la Convenzione è il principio di sussidiarietà che fa l’interesse del minore, in quanto stabilisce che un bambino può essere adottato da una famiglia di altra nazionalità solo se è stato dichiarato dalle autorità del suo paese come bambino in stato di abbandono, e solo se le suddette autorità hanno verificato che non è possibile un’adozione nazionale.

Secondo la Convenzione, l’adozione internazionale non deve essere la prima soluzione all’abbandono, poiché per il minore la soluzione migliore sarebbe quella di non lasciare il proprio paese per non subire un ulteriore trauma che si aggiunge a quello dell’abbandono della sua famiglia d’origine; l’adozione internazionale deve, quindi, rappresentare l’ultima chance.

Perciò, prima di ricorrere all’adozione internazionale, devono essere fatti tutti i tentativi per un suo inserimento in famiglia nel suo Paese di origine: adozione nazionale.

L’impegno di sussidiarietà degli enti aderenti al C.E.A. si concretizza nei seguenti principi

  • La promozione di progetti di cooperazione atti a migliorare le condizioni di vita dei minori nei paesi di origine;
  • Il riconoscimento del primario diritto del bambino ad avere una famiglia nel suo paese e quindi la visione dell’Adozione Internazionale come ultimo intervento in caso questo non sia possibile;
  • La prevenzione del fenomeno dell’abbandono attraverso la collaborazione con altre Associazioni nazionali e internazionali ed Enti pubblici e privati, mediante studi e ricerche finalizzate a sensibilizzare l'opinione pubblica attivando programmi a favore di Paesi dove l'infanzia si trova in difficoltà;
  • La promozione di politiche di sostegno alla famiglia qualora si trovi in difficoltà.